Un processo secondo natura
estratti biologici
Agricoltura ed
100% Made in Italy
NATURAL IS BETTER
La natura su misura
Prodotti personalizzati nati dalla lavorazione delle vostre materie prime

Industria farmaceutica

Agripharma fornisce ai produttori del settore erboristico e farmaceutico estratti ricchi di principi attivi, attenti alla salute e all’ambiente.

Leggi

Industria cosmetica

Agripharma fornisce estratti adatti ad ogni tipo di prodotto cosmetico, completamente dermocompatibili, di altissima qualità.

Leggi

Lavorazioni personalizzate

Dalla trasformazione del prodotto al confezionamento: una gamma completa di servizi pensati per apicoltori, agriturismi, aziende agricole con vendita diretta, erboristerie.

Leggi

Chi siamo

Agripharma opera dagli anni ‘80 nel settore della trasformazione delle piante officinali – coltivate nelle aziende dei soci – in estratti da destinare all’uso erboristico, farmaceutico e cosmetico.

Una particolare attenzione è rivolta alla riduzione dell’impatto ambientale: i soci garantiscono produzioni in assoluta assenza di concimi chimici, diserbanti e pesticidi e tutte le coltivazioni possono fregiarsi della certificazione biologica in base al regolamento CE 834/2007.

Certificazioni di Agripharma

Aziende agricole certificate biologiche Reg. (CE) 834/2007
Laboratorio certificato per trasformazioni biologiche Reg. (CE) 834/2007 Certificato n. ITBIO005T109
Laboratorio con certificazione di Qualità Ambientale norma ISO 14.001 Certificato n. IT05/0461

Collaborazioni

con enti pubblici di ricerca in essere o in anni recenti

Università di Padova
Dipartimento di Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente – DAFNAE

Università di Padova
Dipartimento di Scienze del farmaco – DSF

Università di Verona
Dipartimento di Biotecnologie

Università di Ferrara
Dipartimento di Scienze chimiche e farmaceutiche

Agripharma è fra i soci fondatori della FIPPO
Federazione Italiana Produttori Piante Officinali
Associazione rappresentativa a livello nazionale che promuove e valorizza le coltivazioni Italiane
www.fippo.org

Agripharma è fra i soci fondatori di:


RETE INNOVATIVA PER L’ECOSISTEMA SALUTE E L’ALIMENTAZIONE SMART

La nostra storia

Agripharma nasce nel 1988 per iniziativa di un gruppo di giovani agricoltori, che scelgono di investire in un laboratorio per trasformare le proprie piante officinali in estratti e altri derivati. 
Inizialmente le attività si svolgono a Este, in uno stabilimento di piccole dimensioni.

Nel 2005, l’evoluzione delle tecniche di trasformazione e l’aumento del volume di piante lavorate, portano Agripharma a trasferirsi nell’attuale sede di Vescovana ai piedi dei Colli Euganei, ottenendo fra l’altro il riconoscimento di laboratorio autorizzato alla produzione di integratori alimentari.

Qualità

Filosofia

Non tutti gli estratti sono uguali, diversi fattori influenzano infatti le proprietà dei prodotti: modalità di estrazione, lavorazione, ma soprattutto qualità delle materie prime.

Per questo scegliere Agripharma è una sicurezza: i nostri estratti provengono da coltivazioni biologiche certificate, sono privi di solventi chimici e non hanno subito alcuna contaminazione batterica. La lavorazione è controllata in ogni passaggio: le piante sono raccolte nel periodo balsamico ed essiccate naturalmente per mantenere intatti i principi attivi. La fase di trasformazione – eseguita secondo i più rigidi standard igienico-sanitari – utilizza tecniche innovative e ogni passaggio – dalla semina del terreno al prodotto finito – è sottoposto a rigorosi controlli.

Una vera e propria “filiera della qualità” che fa del marchio Agripharma una garanzia!

Per ogni pianta possiamo fornire documentazione e schede tecniche relative a:

  • provenienza , tipo e modalità di coltivazione e raccolta
  • principi attivi tipici (caratteristiche chimico-bromatologiche e principi contenuti)
  • proprietà medicinali
  • tipo di droga contenuta
  • proprietà cosmetiche e dermofunzionali
  • impieghi
  • associazioni con altre essenze vegetali
  • caratteristiche tecniche degli estratti ( colore, aspetto, viscosità, odore, densità,
  • Ph, carica microbica, solubilità , gradazione alcolica, presenze di sostanze
  • estranee)
  • avvertenze
  • indicazioni e controindicazioni
  • dosaggio consigliato per la preparazione di formulati.

FAQ

Occorrono dei permessi o qualifiche particolari per la coltivazione delle piante officinali?

No. Anche il nuovo decreto legislativo n° 75 Testo unico in materia di coltivazione, raccolta, e prima trasformazione delle piante officinali, che sostituisce il regio decreto del 1931 ormai obsoleto ed inapplicabile, conferma che la coltivazione è libera. Non richiesti particolari permessi, tranne per quelle piante di cui ci siano espressi divieti (es.: piante da droghe psicotrope).

Diverso è invece manipolare e trasformare le piante officinali in prodotti. In questi casi occorre vedere se il prodotto intermedio è di fatto un alimento oppure un ingrediente industriale. Le autorizzazioni diventano più articolate se si va ai prodotti finiti: alimenti, integratori, cosmetici, farmaci.

La coltivazione delle piante officinali e una attività economicamente conveniente?

Le piante officinali non si prestano a scelte di tipo speculativo o di ripiego rispetto ad un’agricoltura tradizionale che non paga i costi. Non è pensabile di introdurre in azienda, se il grano non va, un’officinale, magari andando a verificare il prezzo della stessa in negozio o in erboristeria. Le piante officinali rappresentano sempre una scelta strategica e a lungo termine per l’azienda, la quale le può introdurre in tutta o parte dell’azienda agricola.

Introdurre le officinali però vuol dire attrezzarsi per coltivazione, raccolta e post-raccolta, e, infine, per lo stoccaggio. Questo richiede tempo, denaro e dedizione e non è possibile compiere il passaggio in modo repentino e a costo zero. Coltivare le officinali è una scelta complessa che sfugge da una dinamica aziendale basata su sensazioni o previsioni di breve periodo.

Posso conferire le mie piante alla vostra cooperativa?

Agripharma è praticamente autosufficiente nelle attività di coltivazione, tuttavia alcune specie che per ragioni pedoclimatiche non si possono coltivare nell’areale del basso Veneto, possono essere acquisite da altri coltivatori italiani .

Recentemente offriamo a piccoli coltivatori il servizio di trasformazione personalizzata, pertanto se qualche coltivatore ha necessità di trasformare le proprie piante officinali, può effettuare un conferimento in conto lavorazione, e potrà disporre dei prodotti finiti nel pieno rispetto delle normative sanitarie e fiscali.

Dove si possono comprare i vostri prodotti?

Agripharma non vende direttamente al pubblico. I nostri estrattti vengono utilizzati da operatori professionali che li utilizzano nella formulazione delle loro specialità.

Se siete interessati contattateci e fisseremo un appuntamento presso la nostra sede, oppure un nostro agente vi farà visita in brevissmo tempo.

Agripharma può trasformare le mie piante ?

Si Certamente! Anche senza essere soci della cooperativa.

Potete conferire le vostre piante, e vi saranno restituire trasformate nel prodotto che desiderate.

Contattateci e vi offriremo suggerimenti su come valorizzare le vostre produzioni.

Chi assicura che i prodotti biologici sono veramente tali?

Nel mondo dei prodotti agroalimentari il sistema di certificazione è normato dal regolamento (CE) 834/2007, che detta precise regole per la definizione e certificazione dei prodotti provenienti da agricoltura biologica. In Italia il sistema di controllo è delegato ad enti di certificazione riconosciuti dal ministero che normalmente sono precisi e severi.

Nel mondo dei prodotti fitocosmetici esistono dei disciplinari di produzione applicati si base volontaria , generalmente sono condivisi fra gli enti di controllo, in questi disciplinari vengono definite le sostanze di sintesi che possono essere impiegate, ed in quale dosi.
Sono sempre garantite la provenienza e tracciabilità di tutte le materie prime.

I sistemi di controllo per quanto capillari, non verificano la totalità delle produzioni, per questo motivo è necessario un rapporto di fiducia fra aziende e consumatori, ed è fondamentale la serietà delle aziende produttrici.

Le piante officinali possono essere OGM?

Il concetto di naturalità può avere molte interpretazioni, ma nel campo delle officinali è unanimemente diffusa la convinzione che i rimedi naturali devono essere esclusivamente frutto di quanto la natura nella sua evoluzione ha prodotto.

In tutto il settore si predilige l’uso di piante da coltivazione biologica o da raccolta spontanea controllata. Anche nella agricoltura biologica sono previsti miglioramenti genetici attraverso la selezione e riproduzione delle piante migliori, o con incroci fra varietà diverse della stessa specie.

Sarebbe comunque un grande controsenso l’utilizzo degli OGM.

100.000
mq di coltivazione
20
Operatori specializzati
100%
Biologico
100%
Made in Italy

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...